Elba Gravity Park, situato nella parte orientale dell’ isola, è un paradiso per gli amanti della mountain bike che qui possono cimentarsi in numerose discipline come cross country, all mountain e freeride. Il park offre sette percorsi di diverso livello di difficoltà che si snodano tra monti, boschi ,miniere e vedute a 360 gradi sul mare.

Scalette

Ci troviamo in Loc. Le Panche e prendiamo l’ indicazione per il sentiero Mezza Strega, di cui percorreremo un piccolo tratto. Arrivati al Passo la Croce si svolta a sinistra, è da qui che parte il sentiero delle scalette. Fatti pochi metri la vista si affaccia sulla baia di Nisporto, regalandovi un panorama mozzafiato sul mare. Il sentiero pian piano si fa più tecnico e le scalette di pietra che caratterizzano questo percorso iniziano a scendere verso valle. Arrivati a circa metà sentiero la vista si apre anche a sinistra con il castello del Volterraio che fa da cornice alla bellissima valle delle Foreste. La parte finale di questo percorso è molto tecnica e richiede delle buone capacità di guida. Arrivati sulla strada della Falconaia sarà possibile visitare le spiagge di Zupignano e Le Secche o di Nisporto e Bagnaia. Le ultime due a circa un km di distanza.

Mezza Strega

Il sentiero parte in loc. le Panche. Si inizia a salire per raggiungere la vetta di M. te Capannello (496m s.l.m.). Arrivati in cima il panorama vi lascerà senza fiato. Inizia la discesa e raggiunto il Passo la Croce, si svolta a destra per prendere poi il primo sentiero a sinistra che taglia a metà tutto il M. te Strega passando sopra Rio nell’Elba, il più antico paese dell’ isola. Raggiunta la strada asfaltata si svolta a destra sul sentiero che scende all’ Acquavivola, una fonte sorgiva dove è possibile rinfrescarsi e riposare. Lasciata la fonte, dopo circa cento metri si prende il sentiero che sale a destra che ci porterà nella parte alta del paese di Rio nell’ Elba, vi basterà seguire la strada per raggiungere il centro.

Strega

Questo percorso prende il nome dal monte su cui è situato. Si parte dall’ Aia di Cacio, affrontando subito una ripida salita non pedalabile che ci condurrà sulla vetta del M. te Strega (427 mt s.l.m.). Da qui si ammira una vista superba su entrambi i versanti, a est si possono ammirare i paesi di Rio nell’ Elba e Rio Marina, a ovest ci si affaccia sulle baie di Nisporto, Nisportino e sul golfo di Portoferraio. Il sentiero prosegue in quota, attraversando tutto il monte strega fino ad arrivare ad una ripida discesa che vi condurrà al passo La Croce. Si procede a sinistra per poi prendere il sentiero sulla destra che vi condurrà nell’ area attrezzata le panche, splendida pineta attrezzata, dove potrete recuperare le energie all’ ombra dei pini.

Laghetto Rosso

Si parte ai piedi del monte Giove,(dove è situato il rudere di una fortezza militare del xv secolo). Subito a sinistra si apre un’ ampio sentiero che si inoltra nella valle di Rio Albano costeggiando un bosco di lecci. A questo punto il sentiero si fa più stretto e si entra in tratto di bosco più fitto , molto caratteristico. Usciti dal bosco non vi mancherà molto prima di ammirare il Laghetto Rosso,caratterizzato per la particolare colorazione dell’ acqua rosso-violacea. Si procede seguendo le indicazioni per il Termine e dopo circa un kilometro di salita, raggiunta la vetta, si può fare una piccola deviazione su un sentiero che si presenta sulla destra che porta ad un vecchio sito di estrazione mineraria, molto interessante da visitare in MTB. Tornati sul nostro sentiero si continua in discesa e subito prima dell’Agriturismo Il Termine ci dirigiamo a destra, verso l’ ultimo tratto del sentiero che ci ricondurrà sulla strada provinciale della Parata.

Vignola

Questo tracciato,riqualificato per primo dai volontari del Rio Gravity Park,si estende sul versante nord-orientale dell'Isola. Prende il nome da un antico caseggiato posto in vicinanza di un mulino. La partenza è situata al passo dell'Aia di Cacio (302 mt s.l.m),sulla strada che collega Rio nell'Elba con le frazioni di Nisporto e Nisportino. Subito colpisce la spettacolarità del paesaggio e, nelle giornate soleggiate, l'occhio arriva a stagliarsi sul profilo della Corsica,dell'isola di Capraia fino all'isola di Gorgona. A dx appare il profilo del litorale toscano fino allo splendido promontorio dell'Argentario. Un corridoio verdeggiante di macchia mediterranea di basso fusto,accoglie il visitatore all'inizio del tracciato. Proseguendo il terreno si fa più tecnico,tra scogli affioranti segno di un mare passato,ci si introduce in un bosco di Lecci. Proseguendo,sempre all'ombra del M.te Serra,si costeggia la Valle delle Fiche per poi confluire,tra leggeri sali scendi,ai piedi del M.te Peritondo.La fine del tracciato porta sulla strada della Parata.

Serra

Questo percorso prende il nome dal monte su cui è situato, il monte Serra. La partenza si trova in località Aia di Cacio, sulla strada che da Rio nell’ Elba conduce a Nisporto e Nisportino. La prima parte del percorso, passando sopra l’Eremo di S. Caterina (antico luogo di meditazione) e l’ Orto dei Semplici (giardino botanico) vi condurrà velocemente sulla vetta. La cima del Serra, da dove godrete di una magnifica vista a 360°è anche il luogo dove ogni anno viene allestito un campo rapaci. Da qui inizia la discesa…. curve, passaggi su roccia e altri ostacoli naturali rendono quest’ ultima parte molto divertente. Arrivati in fondo vi ritroverete al punto di partenza in località Aia di Cacio.

Mausoleo

Questo percorso ha inizio sulla strada provinciale della Parata, a circa 1 km da Cavo. Il primo tratto del sentiero è parte della vecchia strada militare che in passato congiungeva Cavo con il semaforo della marina situato sulla cima di M.te Grosso. Dopo circa 1 km di salita molto tecnica sulla destra si scende sul sentiero 61 (GTE) in un tratto molto divertente immerso nella macchia mediterranea, con una splendida vista su Cavo, sul canale di Piombino e sull’ Isola di Palmaiola. Superato l’Agriturismo Amandolo si prosegue in direzione del Mausoleo, imponente torrione costruito dall’ architetto Adolfo Coppedè per la famiglia Tonietti quale tomba di famiglia e come monumento a Giuseppe Tonietti, primo affittuario delle miniere elbane. Il percorso, ora immerso in un bosco di lecci, continua in direzione Capo Vita, fino ad arrivare nella parte piu a nord di Cavo proprio sopra le bellissime calette di Frugoso e Cala delle Alghe.

Elba Gravity Bike Rent

Se sei appassionato di mountain bike, ami la natura e vuoi esplorare l’Isola d’ Elba assaporando la sua bellezza incontaminata, non c’ è modo migliore che salire in sella a una delle nostre mountain bike. Elba Gravity Bike offre il servizio a domicilio che consiste nella consegna delle biciclette direttamente nella struttura ricettiva dove state alloggiando.

Vi basterà compilare i moduli di prenotazione presenti nella sezione Mountain Bike o contattarci telefonicamente al N° 3202649391. Potrete altrimenti ritirare le bike direttamente alla nostra sede che si trova a Rio nell’ Elba.

Elba Gravity Bike organizza escursioni guidate di vario livello di difficoltà. Affidati al nostro staff che ti accompagnerà con simpatia e professionalità a scoprire la parte piu selvaggia dell' isola, passando da uscite panoramiche e adatte a tutti i bikers, a uscite più impegnative e tecniche (enduro freeride). Entra nella sezione escursioni e scopri le nostre offerte....

CONTATTI

  • +39 320 264 9391
  • darrius@hotmail.it

FACEBOOK

L’attività di noleggio delle nostre biciclette (mtb standard, mtb junior, mtb all mountain e mtb freeride) è regolata dalle seguenti condizioni:


A) E’ obbligatorio l’uso del casco che dovrà essere ben allacciato sotto il mento così da impedire lo scivolamento e/o la perdita dello stesso in caso di incidente;
B) Il Richiedente, dopo aver accuratamente visionato la bicicletta che gli viene affidata, dichiara, sotto la propria responsabilità, di essere in grado di condurla senza pericolo per sé e per gli altri, in quanto idoneo, fisicamente e psichicamente, alla guida di tale veicolo;
C) Il Richiedente si impegna a condurre la bicicletta affidatagli con estrema prudenza e nel pieno rispetto delle norme che regolano la circolazione stradale di tale veicolo, obbligandosi a sostenere o rifondere i costi relativi alle infrazioni al Codice della Strada di cui dovesse rendersi responsabile;
D) L’utente al momento della consegna della bicicletta dovrà verificare lo stato di funzionalità e le condizioni della stessa. Prendendola in consegna il Richiedente dichiara che la bicicletta che gli viene affidata è in ottime condizioni, idonea alla sua funzione e senza alcun vizio, difetto o danno. Dichiara inoltre di averla preventivamente controllata e si obbliga a restituirla alla scadenza prefissata nelle medesime condizioni;
E) Il Richiedente si obbliga a risarcire qualunque danno che i terzi, la Ditta “ ELBA GRAVITY BIKE di Scattu Dario ”, ed il veicolo affidatogli possano subire, in conseguenza della sua guida o della sua condotta, manlevando la Ditta da ogni pregiudizio che dovesse derivarne; In caso di danneggiamento di parti e accessori siete tenuti al rimborso del pezzo al prezzo corrente di listino e/o al costo di riparazione. Al locatore ed alla Ditta “ELBA GRAVITY BIKE di Scattu Dario.” Non potrà essere chiesta nessuna forma di indennizzo.
F) Al Richiedente è vietato consentire ad altri l'utilizzo o la detenzione, anche temporanei, della bicicletta affidatagli;
G) L’uso della bicicletta è riservato ai maggiorenni a meno che il minorenne sia accompagnato da persona maggiorenne che ne assume la responsabilità per iscritto, il Richiedente dichiara, sotto la propria esclusiva responsabilità, che il minore è fisicamente e psichicamente in grado di guidare il veicolo e che vigilerà costantemente sulla condotta del minore alla guida. Il Richiedente dichiara di assumersi direttamente ogni responsabilità per i danni a persone o cose che il minore potrà procurare alla guida del veicolo affidato, così come ogni responsabilità per i danni che il minore potrà subire alla guida del veicolo, esentando da ogni responsabilità in proposito la Ditta “ ELBA GRAVITY BIKE di Scattu Dario”, salvo che ricorra il dolo o la colpa grave di quest'ultima.
Inoltre si ricorda che le biciclette date a noleggio NON SONO ASSICURATE pertanto il richiedente è responsabile del furto e ne risponderà con il pagamento della bicicletta sottratta.

Rio nell'Elba

Rio nell'Elba è uno dei paesi più ricchi di storia e di tradizioni di tutta l'isola d'Elba. Distrutto nel 1534 per opera del pirata Barbarossa, venne in seguito ricostruito. Il Paese conserva ancora oggi l'aspetto medievale, con vicoli stretti, piazzette e balconi fioriti. Le vie direttrici caratterizzate da gradini, piccole strettoie e svolte sono arricchite da stemmi e portali di marmo, ardesia, granito e pietra serena. Da Rio nell'Elba partono numerose escursioni, diverse per difficoltà e tipologia che possono essere affrontate dai bikers più esperti a quelli meno allenati e dalle quali si puo' godere di un vasto e suggestivo panorama mozzafiato sul mare.
Visitare Rio nell'Elba su ruote artigliate attraverso le sue mulattiere, le strade sterrate e i sentieri nei boschi, è uno dei modi migliori per ammirare scorci difficilmente visibili in altro modo e cogliere dell'isola gli aspetti più belli dal punto di vista della fauna e della flora, senza lasciare da parte l'aspetto sportivo. Il clima elbano permette di girare in bike durante tutto l'anno e di ammirare i mutamenti che l’ isola subisce durante le quattro stagioni.